Acetaia dei Bago

  • Via Confine, n 8/bis, Vignola, Modena, Italia

I Prodotti

L’azienda Acetaia dei Bago produce Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. Il mosto di uva cotto è l’unica e sola materia prima utilizzata. Dopo una fermentazione alcolica naturale, gli acetobatteri sono i responsabili dell’ossidazione acetica. La fase dell’invecchiamento permette all’aceto balsamico di acquisire tutte le caratteristiche tipiche: aromi, sapori e profumi. È possibile scegliere l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Affinato, con i suoi 12 anni di invecchiamento oppure l’Extravecchio con almeno 25. Entrambi sottoposti a controllo, una volta imbottigliati nella caratteristica confezione in vetro ovale con base rettangolare, possono fregiarsi del marchio DOP. L’azienda ha anche creato una linea di condimenti secondo il disciplinare di produzione, tra cui possiamo scegliere, in base ai nostri gusti e alle nostre esigenze, quello più adatto.

Biografia

L’Acetaia dei Bago ha origini antiche, legate alla tradizionale creazione di batterie per la produzione di aceto, da dare in dote alle figlie sposate. Nel 1980, vengono riavviate le botti di famiglia, dando vita all’azienda così come la conosciamo oggi. Patrizia, con devozione e passione, produce condimenti balsamici coniugando la tradizione alla creatività e all’innovazione.

Legame con il territorio

La produzione di aceto balsamico è tipica della zona della provincia di Modena. L’azienda Acetaia dei Bago, situata a Vignola, incarna tale tradizione con la meravigliosa produzione di uva varietà Trebbiano e le Ciliegie di Vignola. La coltivazione di queste specie avviene nel totale rispetto dell’ambiente e della natura, evitando l’utilizzo di prodotti chimici e adattandosi ai bisogni biologici dei vegetali.

Consigli del produttore

Per assaporare l’aceto balsamico e coglierne l’intensità, è necessario fare una visita in acetaia. Per questo il consiglio è quello di lasciarsi guidare all’interno dell’azienda ed esplorare il percorso che lo stesso aceto compie negli anni. In cucina, il segreto è abbinare l’aceto balsamico a pietanze poco elaborate e far fare a lui il lavoro: esaltare i sapori e condire. È bene tenere in mente che nella semplicità si può trovare la bontà: consigliamo di assaggiare l’aceto balsamico con delle verdure grigliate, con un tocco di Parmigiano, con fragole fresche o anche con del gelato. Bastano due gocce per dar vita a sapori sorprendenti, che raccontano storie antiche.
WordPress Image Lightbox Plugin

Menu