Spedizione gratuita a partire da € 39,90 per produttore

Le Moire Winery

I Prodotti

Le Moire produce vini naturali di eccellenza nella Valle del Savuto, in Calabria. Cultivar autoctone calabresi come il Mantonico, il Magliocco Dolce, l’Arvino e il Greco Nero vinificate in purezza o in blend danno vita a vini Savuto DOC e Calabria IGT. La potenza espressiva dei 4 vini Le Moire (2 Savuto DOC nella versione rosso e rosato e due Calabria IGT vinificati in rosso e in bianco) è lo specchio del territorio, ricco di tradizione e con una forte voglia di riscatto. Ogni vino proposto da Le Moire è frutto di una cura e di uno studio, che parte dal campo e arriva al nome del vino e alla sua etichetta. Nulla è lasciato al caso, ma ogni momento è caratterizzato da gesti che accompagnano il vino fino al nostro calice. I vini Le Moire non contengono solfiti aggiunti.

Biografia

Le Moire nasce grazie al titolare Paolo Chirillo e alla sua passione per il vino. L’amore per il territorio calabrese e per i suoi frutti spingono Paolo a dedicarsi alla cura delle vigne. È stata una scelta, quasi una scommessa, che nel tempo si è rivelata vincente. Oggi con il suo vino, Paolo vuol preservare e raccontare il territorio del Savuto.

Legame con il territorio

Le vigne Le Moire si compongono di sole cultivar autoctone: Mantonico, Magliocco Dolce, Arvino e Greco Nero. Attraverso queste piante si mantiene viva la biodiversità originale del luogo. In campo, c’è un approccio agronomico di accompagnamento, per niente invasivo. Passando alla vinificazione tutto avviene in modo naturale e nessun trattamento è ammesso. I vini naturali di Le Moire diventano espressione pura del territorio calabrese, con la loro struttura e intensità.

Consigli del produttore

I vini naturali sono percepiti come vini da bere in fretta, perché facilmente deperibili. Quelli Le Moire non hanno paura del tempo. Invecchiando, non perdono “la frutta”, ma semplicemente evolvono. Il cambiamento è considerato quindi positivo per questi vini. Si consiglia di ossigenare i vini prima di berli.

Menu